PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2020-2025 CIVIDALE DEL FRIULI

 

 

CANDIDATO SINDACO DANIELA BERNARDI

 

  SCARICA PROGRAMMA

SANITÀ E SALUTE SEMPRE IN PRIMO PIANO

Il nostro obiettivo è avere un Ospedale che continui a garantire e aumentare i servizi sanitari, oltre a quelli distrettuali per la comunità Cividalese, delle valli del Natisone e degli altri comuni limitrofi per la comunità cividalese e delle Valli del Natisone e può essere raggiunto. La necessità è però quella di  inquadrare la difesa e il rilancio del nostro ospedale all’interno della riforma sanitaria regionale in fase di attuazione.
L’amministrazione, oltre difendere a spada tratta il presidio e a fare pressione costante sul governo regionale per aumentare finanziamenti e attenzione, individuerà la necessaria specializzazione che il nostro presidio, come tutti i piccoli ospedali, deve raggiungere al fine non solo di restare in funzione, ma i avere un ruolo centrale all’interno del sistema sanitario regionale. Solo così l’amministrazione avrà modo realmente di garantire il funzionamento dei servizi sanitari per la comunità e di incrementarli nel tempo. Abbiamo individuato nel segmento della geriatria la strada più adatta a raggiungere questo obiettivo. Garantiremo quindi maggiori servizi alla popolazione più anziana e al tempo stesso il maggiore coordinamento e integrazione tra i servizi del distretto sanitario, quelli ospedalieri e territoriali, oltre a quelli della RSA e della Casa per Anziani. Resta fermo e imprescindibile l’impegno al mantenimento del servizio delle emergenze 118 e pronto soccorso aperto 24 ore su 24 e dei servizi ospedalieri già in funzione con l’obiettivo che questa  nuova mission della struttura porti ad un loro significativo incremento.

AMBIENTE E TERRITORIO, CITTA’ E FRAZIONI, LAVORI PUBBLICI URBANISTICA, VIABILITA’ E TRASPORTI CIVIDALE SMART & GREEN

Proseguiremo nel progetto di restituzione ai Cividalesi di importanti spazi della loro città attualmente non disponibili come le ex caserme Francescatto, Lanrfranco -Zucchi, Miani, favorendo l’avvio di cantieri che trasformino le aree fino ad ora non fruibili in spazi a disposizione di cittadini, turisti, istituzioni scolastiche e mondo associativo.
In questa visione delle opere pubbliche, a partire dal completamento del percorso di recupero delle caserme dismesse, già iniziato con la costruzione della nuova caserma della guardia di finanza nella ex caserma Lanfranco Zucchi, si renderà necessario ripensare anche alla fruibilità e alla mobilità all’interno del nostro territorio.
La chiave è quella di interconnettere frazioni e aree urbane anche con percorsi naturalistici e ciclopedonali capaci di attrarre e spostare sul territorio nuove forme di turismo e nuove concezioni di mobilità sostenibile e sicura.

AMBIENTE E TERRITORIO

Realizzazione del nuovo parco urbano nell’area della ex caserma Lanfranco

  • Istituzione della commissione “ambiente e sviluppo” Sostegno alle attività agricole, anche valorizzando ambiente e territorio
  • Potenziamento della raccolta differenziata e del sistema di sorveglianza per contrastare gli abusi, con l’obiettivo di estendere il sistema di raccolta porta a porta anche al di fuori del centro storico.
  • Realizzazione della nuova piazzola ecologica in area esterna all’abitato, al posto di quella esistente, con finanziamento già erogato
  • Parco della Lesa: completamento dell’area dedicata a eventi, concerti e realizzazione di un anello ciclo- pedonale fruibile anche ai disabili
  • Valorizzazione delle aree verdi e delle vie di accesso al fiume Natisone, anche in sinergia con le altre amministrazioni comunali interessate all’asta fluviale in prospettiva dell’istituzione del Parco del fiume Natisone. Miglioramento della qualità biologica e chimico-fisica delle acque
  • Ottenimento della certificazione ambientale per Comune
  • Prosecuzione dell’opera di piantumazione di essenze arboree, di manutenzioni e cura del patrimonio vegetale esistente
  • Prosecuzione delle opere di ripristino e tutela idrogeologica con particolare riguardo ai versanti collinari e sotto collinari del territorio comunale e di quelli relativi alla messa in sicurezza della forra del fiume Natisone
  • Collaborazione con le istituzioni scolastiche per una efficace sensibilizzazione degli studenti in materia ambientale
  • Potenziamento della rete di piste ciclabili con l’obiettivo di migliorare il collegamento tra centro storico e frazioni, tra il territorio comunale e le aree di maggiore rilevanza ambientale della rete

CITTÀ E FRAZIONI

  • Prosecuzione della ricerca di contributi per il centro storico e per le frazioni, in particolare per i borghi rurali
  • Collegamento tra le frazioni in sicurezza: per una nuova e più sicura mobilità sicura di tutti i cittadini, anche nel segno della valorizzazione del territorio a fini turistici
  • Prosecuzione programma di efficientamento e potenziamento della rete di illuminazione pubblica e attivazione di nuovi punti luce in incroci e aree isolate
  • Attuazione degli interventi di riasfaltatura per un importo complessivo, già finanziato con fondi propri, per 900.000 euro
  • Implementazione rastrelliere per biciclette, stalli per disabili e parcheggi rosa

LAVORI PUBBLICI

  • Completamento “linee verdi” (piste ciclo pedonali) tra le frazioni e il centro storico integrandole con i collegamenti esistenti
  • Creazione di un Piano organico di interventi di prevenzione degli allagamenti sul territorio comunale alla luce dei cambiamenti climatici in atto
  • Sviluppo reti e connessioni di comunicazione telefonica e fibra
  • Riqualificazione del centro storico su strade e piazze del centro storico con particolare riguardo a piazza del Duomo, piazza San Francesco, borgo San Pietro e borgo di Ponte.
  • Completamento area camper a fianco alla piscina comunale con bagni pubblici e possibilità di informazione turistica
  • Monastero di Santa Maria in Valle: prosecuzione del progetto generale di valorizzazione e recupero funzionale

URBANISTICA

  • Adeguamento degli strumenti urbanistici alle future esigenze di valorizzazione del territorio e di sviluppo e miglioramento del patrimonio edilizio esistente
  • Sostegno agli interventi di edilizia agevolata e convenzionata, con particolare riferimento alle aree delle caserme dismesse Lanfranco-Zucchi e Miani; in particolare attuazione delle disposizioni previste nell’accordo siglato con Ministero delle finanze, Ater e Agenzia del Demanio
  • Completamento della nuova viabilità di accesso della strada statale 54, come da convenzione Anas già sottoscritta garantendo ogni prerogativa affinché divenga la principale nuova porta d’ingresso in città.

VIABILITÀ E TRASPORTI

  • Manutenzione delle strade comunali nel centro e nelle frazioni.
  • Messa in sicurezza delle principali strade di accesso a Cividale per limitare la velocità delle automobili con particolare attenzione alla sicurezza dei  pedoni, dei ciclisti e dell’utenza debole
  • Realizzazione rotatoria per eliminazione del semaforo di piazza della Resistenza
  • Realizzazione rotatoria (già finanziata) sull’ incrocio via Tombe romane - via Friuli
  • Realizzazione rotatoria per eliminazione incrocio via Tombe Romane viale Trieste
  • Realizzazione rotatoria sull’incrocio di Spessa SR 356

CIVIDALE SMART & GREEN

  • Miglioramento dell’illuminazione di vie e piazze del territorio comunale, con utilizzo di tecnologie a basso consumo e a basso inquinamento luminoso
  • Attivazione di postazione ricarica e servizio bike sharing ad uso turistico
  • Stalli ricarica e parcheggi gratuiti per auto elettriche
  • Incrementazione stalli gialli riservati ai residenti
  • Promozione di azioni volte a migliorare l’accesso digitale alle informazioni di pubblica utilità, il rapporto e la comunicazione con i cittadini, anche tramite la realizzazione un nuovo sito internet istituzionale e l’utilizzo dei social network
  • Applicazione delle nuove tecnologie a favore della promozione del turismo e della cultura (app, multimedialità)
  • Servizio di comunicazione tramite messaggistica per i cittadini, in particolare per le situazioni di emergenza

CULTURA - TURISMO - ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Raggiunto l’obiettivo del riconoscimento UNESCO che fa di Cividale patrimonio dell’Umanità, deve proseguire l’azione di promozione sia in Italia che all’estero. Un progetto ambizioso che passa necessariamente attraverso la piena attuazione del Piano di Gestione approvato all’unanimità dall’Assemblea Generale delle nazioni aderenti all’UNESCO.

  • Mittelfest: va recuperato lo spirito fondativo dell’evento, sintesi della Mitteleuropa e delle tre maggiori culture europee. Mittelfest deve diventare un brand connesso all’anima stessa della città, presente durante tutto l’arco dell’anno
  • Fondazione de Claricini Dornpacher: un patrimonio strumento di promozione e sviluppo sinergico ed integrato delle politiche culturali della Città, a favore dell’intero territorio
  • Valorizzazione della Cividale romana, longobarda e patriarcale, in sinergia con gli altri siti di rilevanza storica per una maggiore attrattività turistica a favore del territorio.
  • Valorizzazione della lingua e cultura friulana
  • Migliorare e potenziare la comunicazione istituzionale utilizzando i più moderni sistemi di comunicazione digitale per una efficace promozione turistica e commerciale
  • Rievocazione storica del 6 gennaio e Palio di S. Donato: prosecuzione delle manifestazioni, degli eventi preparatori e della collaborazione con i gruppi storici e dei borghi, implementando gli aspetti storico-rievocativi
  • Aspettando il Palio: serate/iniziative culturali/enogastronomiche programmate in attesa della manifestazione
  • Costituzione della Consulta per le attività produttive e commerciali per una valutazione condivisa delle scelte relative ai mercati ambulanti, ai mercatini e ai vari eventi dedicati alle attività commerciali e di tutte le iniziative volte a migliorare l’efficacia della promozione delle attività, aziende e  prodotti del territorio
  • Sostegno all’iniziativa di valorizzazione e riconoscimento UNESCO del gelato artigianale di qualità proposta dal gruppo Maestri gelatieri
  • Valorizzazione e potenziamento del ruolo emporiale della città e delle attività commerciali del centro storico quale “centro commerciale naturale” in collegamento con le realtà commerciali presenti sul territorio comunale
  • Collaborazione con il Consorzio Friuli Colli Orientali per incontri istituzionali ed eventi nel centro cittadino
  • Revisione del piano del commercio vigente nel segno di una città dinamica e attenta alle necessità del mondo imprenditoriale
  • Promozione del turismo esperienziale per un turista protagonista della propria vacanza tra storia, cultura, tradizione e natura
  • Potenziamento del circuito di trekking urbano, del turismo ciclo pedonale
  • Collegamento con territori limitrofi, Valli del Natisone, con percorsi che da Cividale portano a Palmanova e Aquileia (siti UNESCO) fino a Grado; con il Tolminotto per le sue emergenze naturalistiche (fiume Isonzo e Parco del Tricorno); con il Collio goriziano e sloveno; con l’Austria
  • Prosecuzione degli eventi artistici
  • Ricerca di partenariati e protocolli di amicizia con città estere interessate a stabilire rapporti di promozione economica e di sviluppo turistico con le realtà presenti sul nostro territorio per scambi commerciali e culturali
  • Prosecuzione di progetti di collaborazione con le associazioni delle guide turistiche del Friuli Venezia Giulia
  • Sostegno e sviluppo delle attività legate al turismo congressuale e ai raduni in città con particolare riferimento a eventi che prevedono permanenze  di più giornate
  • Attività di workshop ed educational a favore della stampa giornalistica specializzata, buyers e tour operator
  • Valorizzazione del Centro Internazionale Podrecca Signorelli con apertura delle nuove Sale dedicate alla Collezione Signorelli nelle stanze al primo piano del Monastero di Santa Maria in Valle
  • Istituzione di un tavolo di lavoro fra Comune, Regione, Mittelfest, Teatro Rossetti, ERT, Università di Udine, Licei artistici, Soprintendenze, Unima ed altri portatori di interesse per la stesura di un protocollo d’Intesa che valorizzi la Collezione Signorelli e il Centro Podrecca Signorelli
  • Realizzazione di eventi che attraverso il linguaggio universale dell’arte raccontino la storia della città, coinvolgendo le associazioni culturali del territorio.
  • Realizzazione della Quadreria degli artisti friulani nel Monastero di Santa Maria in Valle, fulcro e centro culturale della Città di Cividale, con allestimento base con opere di proprietà del Comune e programmazione mostre a rotazione.
  • Valorizzazione degli spazi nel centro storico con allestimenti atti a realizzare rappresentazioni artistiche, storiche e musicali
  • Archivi storico-culturali: ampliamento degli spazi per la corretta conservazione/valorizzazione del prezioso patrimonio archivistico esistente e ricerca fondi per il riordino, inventariazione e messa in rete.
  • Una città che legge: attività di lettura itinerante, negli spazi pubblici, coinvolgendo fasce di popolazione di età diverse, con l’intento di promuovere la  socializzazione, di animare la città, di diffondere il piacere della lettura.
  • Iniziative volte a connotare maggiormente Cividale quale città Longobarda, tra le quali la creazione di un brand
  • BookShop all’interno del Centro Visite del Monastero, con le eccellenze del territorio culturali, artigianali e Vetrina dell’Enogastronomico
  • Avvio e gestione della nuova Collezione d’arte Famiglia de Martiis presso Palazzo de Nordis
  • Sostegno alle attività svolte dalle associazioni culturali cittadine
  • Prosecuzione dei corsi internazionali di perfezionamento musicale, del Mittelteatro, della stagione di prosa e delle altre rassegne culturali
  • Monastero di Santa Maria in Valle come centro culturale di riferimento e principale spazio espositivo della Città

SCUOLA E SPORT

Le Istituzioni scolastiche locali costituiscono un’eccellenza della città ducale. Il polo umanistico – scientifico del Paolo Diacono e quello tecnico – professionale del Paolino d’Aquileia, il Civiform e le altre scuole primarie e secondarie di primo grado, andranno sostenute e rafforzate.

L’amministrazione riconosce e promuove il ruolo fondamentale della formazione in ambito scolastico e l’importanza delle attività sportive quali elementi di irrinunciabile sostegno allo sviluppo. La realizzazione di strutture per lo sport e l’aggregazione, così come gli importanti investimenti nel settore  dell’edilizia scolastica degli ultimi anni (scuola Alessandro Manzoni, nuova sede Liceo scientifico presso l’ex Tribunale, campo sportivo di Gagliano, nuova pista pattinaggio coperta, nuova gestione del Palazzetto dello sport) fungeranno, pertanto, sia da poli della formazione quali investimento per i cittadini del domani che da infrastrutture capaci di attrarre in città eventi sportivi di alto livello (Serie B basket, Giro d’italia, Maratona UNESCO) contribuendo così  a sostenere anche l’economia cittadina.

SERVIZI SCOLASTICI

  • Nuova sede del Liceo scientifico presso l’Ex Tribunale
  • Sostegno a progetti di potenziamento del servizio didattico pomeridiano per la scuola dell’infanzia, della primaria e secondaria di primo grado per supportare le famiglie che non hanno rete parentale su cui contare durante l’orario lavorativo.
  • Sostegno alle istituzioni scolastiche cittadine: rinnovo delle attrezzature e arredi scolastici, interventi di adeguamento nelle scuole, potenziamento informatico nelle scuole cittadine, sostegno ai poli umanistici, scientifici, tecnico-professionali.
  • Prosecuzione del servizio di scuolabus cittadino con pre e post accoglienza, attenzione costante al servizio mensa con prodotti biologici e collaborazione con il comitato mensa
  • Sviluppo di sinergie con il Convitto Nazionale Paolo Diacono al fine di sostenere il settore della internazionalizzazione
  • Completamento dell’intervento di messa in sicurezza e adeguamento delle scuola Alessandro Manzoni ed della scuola Elvira e Amalia Piccoli
  • Prosecuzione delle azioni di sostegno previste alle famiglie che si rivolgono ai servizi di asilo nido

SPORT

  • Realizzazione pista di atletica per runners e società sportive
  • Sostegno alle associazioni sportive con particolare attenzione allo sviluppo del settore giovanile
  • Coinvolgimento delle associazioni sportive e ricreative nell’offerta formativa scolastica
  • Coinvolgimento dell’associazionismo nella gestione e cura degli impianti sportivi esistenti
  • Prosecuzione nel miglioramento delle dotazioni impiantistiche del palazzetto dello sport e delle palestre comunali
  • Collaborazione con le associazioni per la realizzazione di eventi e manifestazioni
  • Gestione e cura degli impianti sportivi con individuazione di nuove aree sportive
  • Promozione di iniziative a favore della salute e del movimento, anche per la terza età
  • Sport motoristici: particolare attenzione alle competizioni motoristiche di rilievo nazionale ed internazionale che interessano il nostro Comune

POLITICHE SOCIALI FAMILIARI E GIOVANILI – PARI OPPORTUNITA’ – VOLONTARIATO

Il difficile momento che la nostra società sta attraversando, richiede l’attenzione primaria dell’Amministrazione che continuerà a impegnarsi a sostegno  del settore della politiche sociali in favore dei cittadini e delle famiglie in maggiore difficoltà.

  • Potenziamento di un welfare di comunità in grado di rispondere ai nuovi bisogni derivanti dalla persistente crisi economica e finanziaria, attraverso la realizzazione di servizi, programmi e progetti che non lascino nessuno ai margini della società
  • Diffusione delle politiche di “genere” con particolare attenzione alle problematiche femminili in tema di lavoro, occupazione e famiglia
  • Pieno diritto alle pari opportunità per una cultura aperta al rispetto della diversità
  • Promozione di una società più emancipata con l’obiettivo di favorire legami di coesione sociale che garantiscano pari opportunità, sicurezza e serenità nel contesto urbano, familiare e lavorativo
  • Sostegno alla commissione pari opportunità
  • Sostegno all’attuazione di accordi di programma tra gli enti gestori o proprietari di immobili pubblici e non inutilizzati o dismessi, l’ATER o soggetti del terzo settore per la loro conversione in edilizia popolare e/o co-housing, rivolto alle situazioni di necessità o alle giovani famiglie;
  • Realizzazione di un centro ricreativo per i giovani nell’ambito cittadino
  • Lavori di pubblica utilità e socialmente utili anche come sostegno ai cittadini e alle famiglie in difficoltà
  • Attenzione e sostegno alle problematiche riguardanti le nuove povertà e il disagio sociale per un’effettiva cultura della solidarietà
  • Prosecuzione delle borse lavoro e iniziative per promuovere l’inserimento dei giovani nel mondo lavorativo
  • Sostegno a un percorso di crescita e di autonomia dei giovani attraverso iniziative dedicate e concorsi di idee
  • Centro di aggregazione giovanile: un valore aggiunto per i ragazzi e le famiglie cividalesi da sostenere
  • Centro vacanze e bibliogiardino per un’estate sicura, attiva e spensierata, nel segno dell’apprendimento di nuove esperienze, amicizie e abilità
  • Prosecuzione premio giovani talenti cividalesi
  • Messa a disposizione gratuita di uno spazio mostre a favore di giovani talenti e artisti
  • Sostegno al mondo del volontariato anche attraverso le azioni previste dal piano di zona e le necessarie azioni di coordinamento tra i soggetti istituzionali (servizi sociali) e le associazioni locali
  • Valorizzazione del ruolo delle associazioni di volontariato e sviluppo di collaborazioni con l’Università di tutte le Età e le associazioni dei pensionati
  • Promuovere la creazione di un polo dell’emergenza a servizio del territorio (Gruppo comunale di Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Croce Rossa)

CASA PER ANZIANI

L’amministrazione manterrà il controllo e la vigilanza sull’attività dell’Azienda per i servizi alla persona “Casa per Anziani”. Supporterà le azioni intraprese per l’adeguamento strutturale e normativo dell’edificio. Si farà garante dell’attuazione degli indirizzi contenuti negli atti costitutivi dell’azienda al fine di  assicurare un costante miglioramento della qualità della vita, del benessere e dei servizi agli ospiti

RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI

  • Avvio della nuova forma associativa “comunità di pianura”, prevista con recente normativa regionale, per la gestione condivisa di particolari servizi

  • Rafforzamento delle sinergie con le istituzioni regionali e statali, referenti e istituzioni presso il Parlamento Europeo, enti pubblici e privati al fine di ottenere risorse e finanziamenti utili per la città di Cividale del Friuli

SICUREZZA

  • Implementazione sistemi di videosorveglianza e controllo nelle aree critiche, parchi urbani, aree limitrofe alle scuole, impianti sportivi
  • Supporto alla Protezione Civile Comunale
  • Sviluppo di sinergie tra forze dell’ordine, istituzioni scolastiche e servizi dell’ambito socio assistenziale al fine di prevenire comportamenti deviati
  • Monitoraggio sulla presenza e passaggio dei clandestini sul territorio cividalese
  • Monitoraggio dei richiedenti protezione internazionale presenti in città promuovendo una politica di solidarietà compatibile con l’effettiva capacità di accoglienza della città di Cividale e le prerogative dei suoi cittadini. La chiave è quella di interconnettere frazioni e aree urbane anche con percorsi naturalistici e ciclopedonali capaci di attrarre espostare sul territorio nuove forme di turismo e nuove concezioni di mobilità sostenibile e sicura.

  SCARICA PROGRAMMA